Chirurgia dell’intimità femminile

Nonostante la solita riluttanza a parlare di questo argomento, sempre più donne ricorrono alla chirurgia plastica per correggere le malformazioni congenite dei genitali o per migliorare l’aspetto esterno o la funzione interna del sistema genitale che è stata compromessa da traumi, parto naturale o chirurgia. La chirurgia intima comprende tutte le procedure di chirurgia plastica che modificano la forma dei genitali femminili interni ed esterni, consentendo alle donne, una volta ottenuti i risultati desiderati, di essere in armonia con il loro corpo e la loro sessualità.

Approfondimento: Vaginoplastica su chirurgia-estetica.us

Quali sono gli interventi vaginali?

Esistono quattro principali procedure di chirurgia plastica che possono essere eseguite sui genitali femminili:

Imenoplastica

Questa procedura ripara l’imene lacerato. In alcune culture, in particolare africana, araba e asiatica, la verginità ha ancora un valore molto importante, in particolare prima del matrimonio. In alcuni casi, l’imene di una donna può rompersi anche se non ha mai avuto rapporti sessuali (a causa dell’intensa attività atletica o dell’uso di tamponi). Il chirurgo estetico può eseguire una semplice procedura di imenoplastica, che rimodella la membrana dell’imene che si è rotta (l’operazione richiede l’anestesia locale, viene eseguita in regime ambulatoriale e dura circa 20 minuti) o un’imenoplastica chirurgica con allotrapianto, che ricostruisce l’imene con tessuto di laboratorio (l’operazione richiede l’anestesia locale, viene eseguita in regime ambulatoriale e dura circa 40 minuti). In entrambi i casi, i pazienti possono tornare al lavoro dopo 1-2 giorni, mentre devono attendere un mese per riprendere l’attività sessuale.

Riduzione delle piccole labbra

Il difetto congenito di ipertrofia delle piccole labbra della vagina . L’ipertrofia è considerata patologica quando un paziente ha labbra piccole che sono più lunghe di 2,5 cm dalla base all’estremità libera. La procedura chirurgica corregge questa malformazione rispettando la normale anatomia in questa regione; non è invasivo. L’operazione dura circa un’ora e può essere eseguita in anestesia locale o regionale. I pazienti possono tornare al lavoro il giorno successivo, ma è consigliabile attendere circa un mese prima di avere rapporti sessuali. La procedura è completamente indolore e non richiede la rimozione dei punti, che cadono da soli dopo circa due settimane.

Liposuzione pubica

Alcune donne hanno un eccesso di grasso nella regione pubica e nelle grandi labbra; questo deposito non può essere rimosso tramite dieta, massaggi o altre tecniche mediche estetiche ma solo attraverso la liposuzione chirurgica che elimina il grasso in eccesso. Questa procedura deve essere fatta solo se il paziente presenta specifiche condizioni. I risultati sono permanenti. La procedura dura circa 30 minuti, richiede l’anestesia locale e viene eseguita in regime ambulatoriale. Ai pazienti viene chiesto di indossare un indumento a compressione elastica per circa 2 settimane.

Vaginoplastica

Noto anche come ringiovanimento vaginale , le vaginoplastiche sono spesso richieste da donne i cui muscoli vaginali sono eccessivamente rilassati dopo una o più consegne. La tecnica chirurgica della vaginoplastica consente ai chirurghi di stringere i muscoli vaginali e riportarli allo stato pre-parto. È una procedura ambulatoriale, in anestesia regionale o generale e dura circa un’ora. I pazienti possono ricominciare a camminare dopo alcuni giorni e possono tornare alla normale attività sessuale nel corso di 4-6 settimane.