home > chirurgia estetica capelli > Alopecia androgenetica

Alopecia androgenetica

L’alopecia androgenetica è un processo irreversibile che colpisce sia uomini che donne pur con alcune varianti, consistente nella caduta progressiva di capelli con intensità variabile da persona a persona.

La causa di questo tipo di alopecia è comunemente riconosciuta in un enzima (5-alpha reductase) che converte il testosterone in DHT (deidrotestosterone) inibendo così la crescita dei capelli. Più esattamente gli ormoni maschili (presenti anche nella donna anche se in minore quantità) si azionano sulle radici dei capelli (follicoli pilosebacei) inibendone la crescita nel tempo.

L’alopecia androgenetica è accompagnata spesso, ma non costantemente, da seborrea e forfora.

La predisposizione genetica dell’individuo sicuramente è un fattore essenziale (giocano un ruolo importante anche la razza e l’età dell’individuo) e per tale fattore si ritiene inguaribile. Tuttavia molti sono i rimedi per rallentare la perdita di capelli fino a intervenire mediante la chirurgia estetica per ridonare al soggetto colpito da alopecia androgenetica una capigliatura che oltre a donare una migliore presenza, contribuisce a curare anche le implicazioni psicologiche che la perdita di capelli comporta sull’uomo e in maniera ancor più devastante sulla donna.

Approfondimenti esterni:

Trapianto capelli | Chirurgia estetica e chirurgia plastica | Ricrescita capelli

SHARE
Previous articleAlopecia
Next articleAlopecia androgenetica femminile