Chirurgia estetica del seno: mastoplastica e ipoplasia mammaria

La mastoplastica additiva: le fasi dell’intervento

La mastoplastica additiva è uno degli interventi più richiesti nel mondo della chirurgia estetica. I risultati sempre più naturali – grazie a tecniche sempre più sofisticate e a protesi mammarie più evolute – soddisfano un sempre maggior numero di donne al mondo. Questo intervento è richiesto da donne che hanno il seno poco sviluppato (ipotrofia mammaria) o da donne che, avendo allattato o essendo dimagrite, hanno il seno svuotato e/o leggermente cadente (ptosi mammaria).


Obiettivo

Inserimento di protesi mammaria in sede adeguata (dietro la ghiandola mammaria o dietro il muscolo pettorale) per dare plasticità e volume al seno.

Sono un paziente adatto per questo intervento?

Una o più di queste condizioni possono essere base per l’indicazione dell’intervento:

  • sensazione di avere seni troppo piccoli
  • i vestiti della taglia adeguata sono spesso larghi al seno
  • sensazione di disagio indossando il costume da bagno o presentandosi nudi
  • riduzione del volume e tonicità del seno dopo aver avuto figli
  • riduzione del volume o tonicità dopo aver perso peso
  • un seno ha un volume molto diverso dall’altro

Come sarà la prima visita?

Durante la visita per la mastoplastica additiva il Suo seno verrà esaminato nella forma, nel volume, nella qualità della pelle ed il posizionamento di areola e capezzolo. Sarà invitata a illustrare le Sue aspettative.
Se il seno è troppo rilassato dovrà prendere in considerazione la possibilità di effettuare una contemporanea mastopessi. Riceverà le informazioni relative all’intervento, alle protesi disponibili per il Suo caso e alle caratteristiche del postoperatorio.

Dovrà presentarsi alla visita portando la Sua storia medica; oltre alla rilevazione delle caratteristiche fisiche come il grado di dismorfia o il tipo di pelle, infatti, vengono raccolte informazioni relative allo stato di salute, all’ereditarietà di certi disturbi, alle malattie contratte, alle allergie, agli interventi subiti o alle terapie in corso. Un’accurata anamnesi servirà a rilevare eventuali controindicazioni o limitazioni alla chirurgia.

Come mi preparerò alla mastoplastica additiva?

Si sottoporrà a tutti gli esami clinici preoperatori che Le sono stati prescritti durante la visita.
Nei giorni precedenti all’intervento è opportuno – se fuma – ridurre la quantità di sigarette. Aspirine ed altri farmaci infiammatori possono aumentare il sanguinamento. É perciò consigliabile ridurne l’uso dopo aver consultato il medico.
É necessario che qualcuno l’accompagni il giorno dell’intervento e sia presente durante la prima notte.

Come sarà il giorno dell’intervento?

L’ora del Suo arrivo sarà programmata durante la visita e riconfermata telefonicamente qualche giorno prima. Dovrà arrivare a digiuno da mezzanotte. Sarà accolta dal nostro personale infermieristico e visitata dallo specialista in anestesia che convaliderà ulteriormente gli esami clinici e elettrocardiogramma. Avverrà una ultima visita con il chirurgo per il disegno dell’intervento programmato.
In anestesia locale e sedazione endovenosa avverrà l’atto chirurgico con una durata media di 30 minuti. Dopo la mastoplastica additiva Le verranno applicati degli appositi drenaggi e bendaggi. Potrà riposare qualche ora prima di tornare a casa accompagnata a meno che sia stato concordata una accomodazione diversa. Riceverà inoltre tutte le indicazioni relative ai comportamenti da tenere nel postoperatorio (riposo, movimenti da evitare, farmaci da assumere, ecc)

Com’è l’intervento e quali saranno le cicatrici?

L’intervento di mastoplastica additiva consiste nell’inserimento di protesi mammaria dietro la ghiandola oppure dietro il muscolo pettorale o in una sede intermedia. L’incisione avviene in sede periareolare ma può essere concordata diversamente. La cicatrice nella sede indicata è particolarmente camuffata dalla differenza tra il tessuto dell’areola e la “pelle normale”.

Come saranno i giorni successivi alla mastoplastica?

La prima notte cenerà leggero e dovrà essere accompagnata. Saranno del tutto normali sintomi come stanchezza e intorpidimento. Dovrà assumere i farmaci che Le sono stati prescritti e seguire attentamente le prescrizioni comportamentali postoperatorie. Il giorno dopo si sentirà già molto meglio. Si presenterà per le medicazioni successive secondo le scadenze che Le verranno comunicate. Queste sono di norma 2 e avvengono entro i primi 12/14 giorni dopo l’intervento.

Quando potrò riprendere le mie attività normali?

Dopo qualche giorno si può tornare alle normali attività sempre che queste non siano troppo pesanti principalmente per le braccia. Per almeno 2 o 3 settimane attività particolarmente vigorose sono da evitare.

Come sarà il risultato?

La mastoplastica additiva permette di avere i seni più pieni migliorandone anche la forma.
A crescere non sarà solo il volume del seno, ma anche sicurezza ed autostima.

I numeri della mastoplastica additiva

  • Durata dell’intervento: 30 min.
  • Medicazioni postoperatorie: 2 sedute
  • Tempo di permanenza in clinica: 6 ore
  • Ritorno al sociale: 12 giorni
  • Esposizione al sole: 40 giorni dopo l’intervento e comunque dopo autorizzazione del chirurgo